blog economia blog economia

economia e diritto

blog economia

Unicredit: lunedi raggruppamento azioni

Scritto da economia-diritto.net il 18 gennaio 2017

Siamo ormai vicini alla ricapitalizzazione da 13 MLD per la banca sistemica UCG. Molti hanno dato il via alla partecipazione all’ aumento di capitale, altri aspettano gli ultimi giorni. La data a quanto sembra ricade verso la fine di Febbraio, un pò prima del termine ultimo del 30 Marzo. Come deciso in assemblea straordinaria, ci sarà un raggrppamento delle azioni 1 a 10, cioè, per ogni 10 azioni possedute verranno scambiate da 1 azione con lo stesso valore. In passato, nel 2011, UCG ha fatto un aumento di capitale con lo stesso sistema di raggruppamento pre ADC.

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Tagged: , | Nessun commento »

L’economia dei single. Un business in espansione

Scritto da economia-diritto.net il 12 gennaio 2017

Fra gli analisti e gli esperti che studiano i fenomeni sociali e demografici connessi con l’economia vi è sempre di più un’attenzione in direzione dei single, cioè, di quelle persone che vivono sole ed adottano una serie di consumi e scelte di spesa, risparmio ed investimento tipico di quella categoria.

single per scelta o quelli che lo sono indipendentemente da motivazioni specifiche, rappresentano ormai un segmento assai numeroso e spesso, reclamano una maggiore attenzione per quanto riguarda una serie di aspetti : dalle dosi ridotte per single negli acquisti(le cosiddette mini dosi), ad un modello di assistenza sanitaria più attento alle necessità di questa realtà, dai viaggi e vacanze che ancor oggi sono impostati sul modello della coppia (e quindi, di fatto penalizzano l’offerta per i single), alle scelte abitative (le abitazioni oggi presenti sul mercato sono ancora in prevalenza orientate ad un modello di famiglia tradizionale, più grandi e dispendiose nella gestione).

Anche sul piano del tempo libero e di altri servizi, le imprese faticano ad incontrare la richiesta dei milioni di single presenti.

Eppure, questo grande segmento di popolazione rappresenta oggi una quota rilevante dei consumi, dei risparmi ed anche del pil complessivo.

Di fatto, un’opportunità per banche, imprese di servizi ed attività di ogni tipologia.

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

Il business del turismo odontoiatrico nell’Est Europa

Scritto da economia-diritto.net il 12 gennaio 2017

Il giro di affari che coinvolge i cosiddetti viaggi dentali ed il turismo medicale connesso alle cure dei denti, è in forte crescita e questo, rappresenta un elemento importante nel pil di una serie di paesi dell’est Europa.
A beneficiare di un flusso che coinvolge ormai molte decine di migliaia di pazienti che ogni anno si muovono da occidente verso est sono una serie di paesi fra cui Croazia, Romania, Ungheria, Repubblica Ceca, Serbia, Polonia, Albania, ecc..
Una voce del pil crescente per queste nazioni che coinvolge non solo le strutture di cura ma anche alberghi, ristoranti ed altri servizi complementari.
I dentisti in Croazia, sono coloro che hanno ricevuto una richiesta maggiore da parte dei clienti italiani nel corso degli ultimi anni.
Le mete preferite riguardano una varietà di città fra cui : Fiume, Zagabria, Spalato, ecc..
La crescita di questo business è stata sostenuta anche e sopratutto da una forte campagna pubblicitaria che le strutture croate hanno implementato, investendo specie sul Web per attirare sempre nuovi pazienti.
Occorre anche dire che il livello qualitativo di queste cure non è certo di basso livello.
Il turismo dentale rientra nel grande segmento del turismo medicale, una formula molto diffusa ed in fase crescente ovunque nel mondo.

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

Lista migliori dividendi stimati

Scritto da economia-diritto.net il 10 gennaio 2017

Ancora un mese e mezzo per posizionarsi e aspettare la cedola ingrassata. Di seguito la lista dei migliori dividendi stimati per l’ anno 2016 e in pagamento da Marzo 2017 in poi:

1)Ei Towers rendimento atteso al 10,6%. La cedola totale a valere sul 2016 potrebbe attestarsi intorno ai 5,3 euro. È stato infatti proposto un dividendo straordinario di 3,6 da staccarsi il 6 febbraio.

2)Intesa San Paolo: dopo i recenti ribassi del listino in particolare per quanto riguarda il comparto finanziario, presenta uno yield ratio all’7,8%. Il gruppo infatti è solido e il consenso degli analisti si attende una cedola pari a 0,18 euro per azione.

3)Azimut: presenta un dividend yield al 7 per cento. Il consenso degli analisti si attende infatti, un dividendo pari a 1,08 euro azione

4)Poste: gli analisti prevedono una cedola 2016 a 0,41 euro con un rendimento del 6,5%

5)Snam: vanta un rendimento intorno al 5,8% grazie a una cedola che secondo le stime di consenso, dovrebbe attestarsi a 0,21 euro per azione.

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

Intesa San Paolo: Trend positivo in vista

Scritto da economia-diritto.net il 7 gennaio 2017

Nella banca principale italiana e la più sicura in Europa si leggono tanti rumors sulle possibili performances positive della stessa. Dopo aver registrato il miglior risultato agli stress test in tutta europa, Intesa chiude il 2016 con il 25% di utili in più rispetto all’ anno scorso. Il dividendo sarà certamente una sorpresa per gli azionisti. Movimenti anche nel fronte obbligazionario. In questa settimana sono stati collocati bond per 1,3 mld circa mirati solo ad investitori istituzionali che non hanno avuto nessun dubbio a sottoscriverli. La banca sembra essere un posto sicuro su cui puntare.

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Tagged: | Nessun commento »

AUGURIIIIII

Scritto da economia-diritto.net il 22 dicembre 2016





LO STAFF DI ECONOMIA-DIRITTO AUGURA A TUTTI BUONE FESTE

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

Venezuela: Maduro affossa o difende?

Scritto da economia-diritto.net il 19 dicembre 2016

Il governo venezuelano ha deciso di eliminare la famosa banconota di 100 Bolivar per sostituirla a 500 Bolivar come taglio minimo. La scelta non è stata presa bene dal popolo venezuelano che ha scatenato dimostrazioni e saccheggi in quanto la manovra avrebbe lasciato la maggior parte senza liquidità.
Maduro, parlando alla tv nazionale, ha detto che il taglio da 100 bolivar avrebbe dovuto cessare di essere utilizzato anche prima e che ritarda fino al 2 Gennaio per dare tempo a tutti di potersi recare negli istituti per scambiare la moneta. Inoltre dichiara che l’introduzione sul mercato della banconota da 500 bolivar non è stata ancora distribuita perché gli aerei che trasportavano i biglietti sono stati sabotati e che stanno riolvendo la questione chiudendo per qualche settimana le frontiere in modo che possano entrare le banconote in forma pulita. Il popolo è messo alle strette ma la politica di Maduro che direzione sta prendendo? Quest’ altra scelta è una strategia per combattere il dollaro forte e speculativo?

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Tagged: , | Nessun commento »

FED: rialzo dei tassi dello 0,25% e 2017 in salita

Scritto da economia-diritto.net il 16 dicembre 2016

Finalmente è arrivato il tanto discusso rialzo dei tassi da parte della Banca centrale americana, aspettato tutto l’ anno con tanti rinvii talvolta discutibili. La presidente Yellen ha sorpreso però sulla possibilità di rialzare ancora nel 2017: nulla di eccezionale se non per il numero di volte annunciato; gli analisti aspettavano 1 massimo 2 rialzi per il 2017 e invece la Yellen spiazza tutti con la dichiarazione che il rialzo sarà graduale durante l’ anno prossimo e saranno 3. Rispondono benissimo gli istituti bancari europei, comprese le nostre banche, con forti rialzi sul mercato azionario e che in previsione con un costo di denaro debole la ripresa finanzaria sarà consistente. Adesso le banche devono cavalcare l’ onda… In bocca al lupo

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Tagged: | Nessun commento »

Unicredit: fondamentali non chiari

Scritto da economia-diritto.net il 8 dicembre 2016

Il colosso bancario UCG anche oggi mette a segno un segno più alla sua quotazione nel giorno della vendita della sua quota di banca pekao e nel giorno dell’ approvazione da parte della BCE di un QE più lungo. Unicredit è la banca che si sta muovendo di più nella ricapitalizzazione, ma si parla ancora oggi di un grosso ADC. I calcoli fondamentali non sono chiari e i media danno numeri forfettari. la vendita di una quota pari al 23% circa di Pekao ha fatto incassare 2,4 mld all’ istituto. La rimanente quota viene distribuita in certificates e porterà alle casse di UCG un altro 0,5 mld. A questi vanno aggiunti gli utili dell’ anno corrente della quota detenuta della stessa pekao. In più gli NPL in sofferenza verranno eliminati dal bilancio totale di UCG. Sembra ormai fatta anche la vendita di Pioneer ad amundi per circa 4 mld più 800 mln di utili. Altra operazione di vendita sarà la rimanente quota di fineco che farà incassare un’ altra bella sommetta a UCG. Siamo sicuri dell’ ADC di 13 mld?

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Tagged: | Nessun commento »

Referendum Costituzionale: Vince il NO

Scritto da economia-diritto.net il 6 dicembre 2016

Quasi il 60% degli italiani hanno emesso il verdetto: NO alla riforma con consegenti dimissioni del premier Renzi. Ad oggi si discute se il NO è stato un voto contro l’ attuale governo o proprio in merito alla riforma non piaciuta agli italiani. Una cosa è certa: ad oggi non è chiaro lo scenario politico/economico dell’ Italia. Una legge di bilancio da approvare entro Natale e un governo ormai dimissionario. Incertezza nascosta dai mercati che per ora segnano normalità ma una bomba pronta ad esplodere da un momento all’ altro. Il presidente della Repubblica congela le dimissioni di Renzi per far approvare al più presto la legge di bilancio; la domanda però nasce spontanea: chi approva questa legge in senato con na maggioranza risicata e con governo dimissionario?

  • Share/Bookmark

Pubblicato in Senza categoria | Tagged: , | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 5620 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok